Nuove regole in caso di positività al Covid-19 e di contatto stretto

Sono state pubblicate dalla Regione Lazio le nuove regole in caso di positività al Covid-19 e in caso di contatto di contatto stretto con un caso positivo

Con la circolare n.37615 del 31/08/2022, il Ministero della Salute ha modificato la durata dell’isolamento dei casi positivi sia per le persone vaccinate che per quelle non vaccinate

Per gli asintomatici sono previsti 5 giorni di isolamento con test negativo.

Per i sintomatici sono invece previsti giorni di isolamento di cui ultimi 2 giorni senza sintomi e test negativo.

In caso di positività persistente si potrà interrompere l’isolamento al termine del 14° giorno dal primo tampone risultato positivo senza dover effettuare nessun test.

Contatti stretti di un caso positivo

A coloro che hanno avuto contatti stretti con soggetti confermati positivi al SARS-CoV-2 è applicato il regime dell’autosorveglianza, che consiste nell’obbligo di indossare dispositivi di protezione delle vie respiratorie di tipo FFP2, al chiuso o in presenza di assembramenti, fino al decimo giorno successivo alla data dell’ultimo contatto stretto.

Se durante il periodo di autosorveglianza si manifestano sintomi che indicano una possibile infezione da Sars-Cov-2, si raccomanda l’esecuzione immediata di un test antigenico o molecolare per la rilevazione di SARS-CoV-2 che in caso di risultato negativo va ripetuto, se ancora sono presenti sintomi, al quinto giorno successivo alla data dell’ultimo contatto.

Uso dei test antigenici

Nel Lazio, con l’Ordinanza n.26 del 30/12/2021 del Presidente della Regione, ​​​​​​​è stato abilitato l’uso dei test antigenici per le diagnosi di infezione da SARS-CoV-2.
I test antigenici sono indicati anche per:

  • la valutazione del termine dell’isolamento di un caso confermato COVID-19
  • la valutazione del termine della quarantena dei contatti di casi positivi.

 

Fonte: Regione Lazio

Chiamaci
Scrivici
×